#livingwomen · #maccisun · al sicuro · archetipi · assenza · bambina io, bambin* tu · bambini-children · condivisione-sharing · conflitto-conflict · corpo-body · desiderio-desire · Donna · genitorialità-parenthood · identità-identities · Immaginario/Imaginary · Immagine femminile/Female Image · in Italia · legami · libertà-freedom · Madri/Mothers · maternità-motherhood · mother · Natura-Nature · psiche · pushing bottons · Questioni di genere - Gender issues · ragazze-girls · self portraits-ritratti del sè · stereotipi-stereotypes · Stili di Vita-Lifestyles · una vita da single/a single life · uomini e donne

Io madre non sono mai stata, almeno non credo

Io madre non sono mai stata, almeno non credo oppure diciamo non in maniera consapevole. Forse materna talvolta, ma nella pratica non sono madre: non ho né figli miei né adottivi. Guardo sorridendo il nuovo video di JLo che canta “non sono tua madre” alle prese con vari scenari … il proclama di genere va forte, non ha mai smesso di andare forte ed è quello che ha permesso alle donne di fare tante conquiste che se ne dica o no. Ma non è questo il tema, il tema è madre. Sono sincera solo l’idea mi da un senso di vertigine! Vivo in un limbo dove solo l’ipotesi ha per me delle connotazioni così astratte che potrei scoprire vivendo essere molto molto lontane dalla realtà! Che cosa significa per me essere madre e cosa penso dovrebbe essere: maestra di vita, complice, una persona che si prende cura di te : uno specchio, un modello, una persona che cerchi di cogliere e capire per tutta la vita; per alcuni l’affetto più grande, per altri un legame ingarbugliato. In realtà non ho idea penso potrebbe essere tutto questo e infinite altre cose che non possono e non devono stare racchiuse in un ruolo, giustamente ed inevitabilmente ognuno ci mette un po’ del suo… Che cosa può darmi e cosa può togliermi diventare madre, mi domando. Sul piano ideale penso un infinita gioia ed una sconfinata stanchezza, sul piano pratico credo che debba voler dire lasciare spazio nella tua vita ad un altra persona: non un fidanzato, non un convivente – molto più di un impiego full time per capirci. Credo che mi piacerebbe scoprirlo un giorno perché la vita dovrebbe essere prosecuzione nella vita, anche se mi sembra che in questo periodo storico ci abbiano terrorizzato nei confronti di ogni cosa.

478 mila i bimbi nati in Italia nel 2015:

la soglia minima per sopravvivere al declino demografico è fissata a 5mila…

6 thoughts on “Io madre non sono mai stata, almeno non credo

  1. Io lo sono diventata per caso, a 40 anni, dopo una diagnosi di infertilità, suo padre non l’ha voluta riconoscere e io ho fortemente compromesso la mia salute a causa della gravidanza.
    Nulla di ciò che avrei sognato o sperato. Non si può prevedere mai come si sarà da madri.
    Ora lo sono…mia figlia ha 6 anni ed è sana, bella, per ora serena.
    Io sono colta da momenti di infinita stanchezza dove il sacrificio mi pare immane, e di infinita gioia perché il mio sacrificio ha permesso la sua vita.
    Se lo meritava di essere al mondo. Si meritava di conoscerlo e il mondo di conoscere lei.
    Non recito la parte della madre tutta abnegazione e “vivo solo per lei” ma la amo come so amarla e ne sono riamata.
    Un abbraccio grazie per l’iscrizione al mio blog.

    Liked by 1 persona

    1. Grazie di cuore Lucia per aver portato la tua esperienza, è vero: non possiamo mai prevedere come saremo da madri e per molte di noi nemmeno quando lo diventeremo. Trovo che le tue parole siano profondamente oneste e personalmente estremamente incoraggianti!

      Liked by 1 persona

      1. Ecco…ne son felice. Perché davvero certi modelli di madri, rasentanti la perfezione, provenienti spesso anche dai social, credo siano fortemente distorte e creino un’idea di inadeguatezza.Io stessa ogni tanto mi soffermo a leggere, o anche ad ascoltare nel reale, sentendomi un aliena.Ma non fingo davvero di essere altro da ciò che sono. Se dovrò essere giudicata lo farà mia figlia. Spero, questo sí, con clemenza.
        Buon fine settimana 😊

        Liked by 2 people

        1. Ecco è proprio questo il punto credo sarebbe giusto sentirsi più libere di essere madri senza aggrapparsi disperatamente ad un modello cosa che, come nel mio caso, ti può far sentire inadeguata ancora prima di essere diventata madre!

          Liked by 1 persona

  2. Grazie a te Lucia, siamo certe che anche tu meritavi che tua figlia venisse al mondo e conoscere te, la sua mamma. Una donna, con la sua grande forza e le sue fragilità. Questo saprai certamene insegnarglielo, che una donna è forte e fragile al tempo stesso, per poter essere vera. Te ne sarà grata, di questo prezioso insegnamento. Ti abbracciamo e ringraziamo te per avere iniziato a seguirci.

    Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...