LIVINGWOMEN INCONTRA GIOVELAB

Intervista Masha Mottes Photos Lucia Semprebon   È uno splendido pomeriggio di inizio giugno. Per raggiungere la destinazione e la storia di oggi seguiamo una strada che si alza sopra il lago di Caldonazzo, circondata da ciliegi colmi di frutti e rumori di campagna, fino ad arrivare a località Masi di Mezzo dove Giorgia Brunelli…

GRIDA NEL DESERTO

C’è stato un tempo in cui ho creduto che la vita si svolgesse in una tiepida vallata lussureggiante,vicino al mare. Al centro della vallata, in mezzo a prati verdi e campi ordinati, c’era una graziosa città, né troppo provinciale, né troppo caotica, perfettamente a misura d’uomo, abitata da persone gentili, pacifiche e quasi sempre di…

RUN BABY RUN

  Che scherzi gioca il caldo. Le gambe tremano. Tremano i polsi. Dove il sangue scorre il flusso diviene improvvisamente così veloce…   La mente, corre anch’essa. A piedi nudi. Impunemente, infine.   Hallelujah.   Ma io ora non posso fare a meno di chiedermi: le mie povere gambe reggeranno fino alla fine o si spezzeranno all’improvviso…

DESERT

Digital collage (USA flight connection map) In the desert you can go anywhere / Nel deserto puoi andare ovunque

DESERT STORM

Il deserto, per quanto mi riguarda, è quello che a volte mi si genera attorno. Io sono semplicemente l’innesco per la sua generazione. Perché? Perché a volte mi stufo delle persone, delle situazioni, dei discorsi ripetuti, di tutto ciò che reputo inutile… E allora alzo la temperature del sole, del mio sole, e resto a…

ANTOLOGIA VINTAGE

Zelda uscì dall’acqua arrampicandosi sulla scaletta. La piscina era ancora vuota nonostante fossero già le 11 di un giugno piuttosto generoso. Prese il suo asciugamano e si tamponò i capelli. Non aveva timore di mostrare il suo vecchio corpo che l’età, l’esercizio e l’ansia costante avevano conservato forse non tonico, però asciutto. Decente nel suo…

E I BAMBINI?

Una breve riflessione sui fatti di cronaca di questi giorni. I bambini messicani che sono stati strappati ai genitori in America, le immagini che circolano ovunque, mi fanno l’effetto della sabbia quando ti entra in bocca. Non pensavo di sentire nuovamente né di ascoltare dal vivo certe frasi lette solo sui libri di storia. Comincio…

LUGLIO… DESERTO

“Chi vive nel deserto, è vivo davvero”.     #polaroid #fotografiaistantanea #impossiblefilm #deserto 

(SIAMO) EROI CONTEMPORANEI

io sono resilienza tu sei resilienza genti invisibili eroi di ogni giorno resilienti resistenti tagliostipendio licenziamento videopoker spese usurai grattaevinci bingo snai lavoro pensione sicari cravattari mafia potere politica stipendiodimezzato fuorimercato solitudine licenziamento precari strozzini denaro galera frodi banche montecitorio famiglieafette povertà fame figli clientelismo populismo mortisullavoro famiglie operai ricercatori giovanisenzalavoro disuguaglianzasociale sfruttamento corruzione contrattoatermine…

M.other: quando i figli sono in vacanza. Con il grande F.other

Due settimane fa precisamente a quest’ora, 23.14 circa, stavo affrontando uno dei grandi quesiti della madre media italiana: come cazzo faccio senza Alpha e Beta due settimane? E ancora peggio. A chi potrò raccontare del vuoto cosmico che ti attanaglia quando entri in casa e trovi Hulk da una parte e uno squishy dall’altra e…

I for “I am resilient”

Odio anch’io seriamente questa parola, questo meccanismo che è la resilienza. Odio il fatto che si debba sempre trovare il buono in qualunque situazione ci si presenti davanti e da quello ripartire. Perché ripartire a volte è proprio complicato: amori, lavoro, vita in generale. A volte in questo processo di ripartenza si può far male…

E TU SPLENDI, INVECE

Io non sono resiliente. Mi rompo. Vado in mille pezzi. Mi divido e moltiplico. No, io non sono resiliente. Sono testarda. Sono resistente. Come una conchiglia. Vado in frantumi, ma non muoio. Mi faccio rifugio, frammento. Sabbia.  Mare. “Prof ho paura… Cosa succede adesso? Cosa si fa?” Ci si rompe ma si va. Come Dorothy….

L’AMANTE

Ascoltavo gli sguardi  della donna che abitavo farsi calpestio sulle pareti ruvide della casa che non è mai stata nostra. Non udivo più  quei  suoni leggeri che davano grazia ai nostri segreti. Stavamo sempre sullo stesso treno, ma lontani da qualsiasi confine. Il buio di una infinita galleria  ci avvolse, in fondo sempre e solo…