SFONDO LO SFONDO

Sfondo lo sfondo, sollevo il velo, la finzione, l’ipocrisia, la comodità, il quieto vivere, dietro a cui si consumano tragedie, marciscono vite e coscienze, si nascondono montagne di ingiustizia, umiliazione e dolore. Sullo sfondo il mare, immenso, eterno, sotto il sole abbacinante di luglio, due sorelline abbronzate con gli stessi boccoli castani arricciati dalla salsedine […]

Continua a leggere

Un punto nel buio

Il bagno era il posto preferito di Clara. In bagno c’era silenzio. C’era il fresco delle piastrelle rosa chiaro. In bagno si prendono decisioni importanti: per esempio che lei sarebbe stata buona, sempre. Non buona nel senso di brava. Buona che avrebbe creduto nel bene, e nella felicità, per quanto breve, delle persone. Per due […]

Continua a leggere

SFONDI

Città d’arte, monumenti, patrimonio dell’umanità. Luoghi in cui lo sguardo si perde ad osservare l’opera dell’uomo, che ci rendono testimoni della nostra storia passata, della cultura che ci ha portati ad essere gli uomini e le donne di oggi. Ma cosa conta di più? Esserci o dimostrare di esserci? É l’arte ad essere protagonista o […]

Continua a leggere

LUGLIO… SFONDI

“Era estate, un gioco di trasparenze, occhi profondi e sinceri … e sullo sfondo, le cicale.” Nalia. #analogic #fujica #bianconero #luglio #estate

Continua a leggere

E’ QUESTA LA VITA CHE SOGNAVI DA BAMBINO?

“La seconda storia parla d’amore e di perdita. Sono stato fortunato. Ho scoperto quello che amavo fare molto presto. Woz ed io fondammo la Apple nel garage dei miei genitori quando avevo vent’anni. Lavorammo duro, e in 10 anni la Apple crebbe dai due che eravamo in un garage ad una società da 2 miliardi […]

Continua a leggere

LIMPIDO E’ LO SGUARDO

Limpido è lo sguardo nel suo volto dei venticinque anni, che sorride da una cornice, limpido, innamorato, ignaro, ma già nel fondo intravede che iniziava ad allargarsi la macchia opaca del dubbio, che ci fosse ben poco da sorridere ad un futuro che non sorrideva affatto alla sua generazione. Una generazione la sua, a cui […]

Continua a leggere

ANCHE PERDERSI VA BENE

È una mattina di rondini veloci e la luce ha preso il sopravvento. Allora il cielo è limpido e mi somiglia di più. Piace anche grigio, il cielo, pesante distante, adulto. Ma non mi fa specchio. Io, che faccio regali, scrivo molto e prendo le mani a tradimento. Abbraccio, anche. Dico tutti i colori che […]

Continua a leggere

CERI “SOLO”

Ed ecco l’amico Ceregot che mi plana negli auricolari con il suo primo lavoro in proprio! Già Eroe della scena Hip Hop trentina (Rap’n’Bass ancora rieccheggia, nei posti giusti) poi di recente rombante motore sonico di tutta una schiera di deliziose comete Pop con dietro delle luminescenti scie in live per la penisola, tutte gridolini […]

Continua a leggere

GIUGNO… LIMPIDO

Limpido lago raccoglie al mattino Qua e là barche #haiku #poesie #polaroid #lake #molveno 

Continua a leggere

E TU VIENIMI A CERCARE

Perché non vieni qui, allora? Perché mi hai portata in questo ospedale? Perché non mi hai lasciata andare dove stavo andando? Io volevo andare. Andarmene da tutto, soprattutto da me stessa. E anche da te. No. Non è vero. Non da te. Tu saresti stato l’unico motivo per restare… Questi erano i pensieri che attraversavano […]

Continua a leggere

Da un atlante del mondo difficile…From an Atlas of the Difficult World

polaroid Lucia Semprebon poesia Adrienne Rich So che stai leggendo tardi questa poesia, prima di lasciare l’ ufficio con l’abbagliante lampada gialla e la finestra nel buio nell’apatia di un fabbricato sbiadito nella quiete dopo l’ora di traffico. So che stai leggendo questa poesia in piedi nella libreria lontano dall’oceano in un giorno grigio di […]

Continua a leggere

LOST IN SPACE

Se mi perdo, il cielo notturno mi indicherà la via. Se mi sento perso è proprio perché di notte guardo il cielo.

Continua a leggere

bambina io, bambin* tu

prendimi la mano quando sarò io quella che non saprà più qual è la direzione toccami la fronte e rimboccami le coperte preparami la borsa dell’acqua calda e sdraiati accanto sul letto per convincermi a bere la medicina amara che non la voglio la mano tra i capelli e rimani senza poter dormire ad ascoltare […]

Continua a leggere