OLIVETTI, IL SOGNO POSSIBILE

E’ strano come le parole di Adriano Olivetti pronunicate circa 40 anni fa , risuonino oggi ancora così attuali. E’ forse per questo che attorno allo spettacolo teatrale di Laura Curino e Gabriele Vacis, Olivetti. Il sogno possibile abbiamo deciso di organizzare un evento che parte proprio da una delle domande che l’imprenditore di Ivrea si poneva:

Si può essere capitalisti e rivoluzionari? 

“Il lavoro inteso non solo come realizzazione di profitto ma soprattutto della propria identità sociale

Di questo si parlerà venerdì 31 Gennaio insieme all’attrice Laura Curino che sarà presente al dibattito, ad ospiti speciali e a tutta la platea del Teatro di Meano.

PROGRAMMA:

ore 18,30: Dibattito/incontro con l’attrice LAURA CURINO e alcuni ospiti speciali

ore 20,45: Inizio dello Spettacolo Adriano Olivetti. Il sogno possibile

Un evento in collaborazione con CGIL del Trentino

L’entrata al dibattito è gratuita.

Per info e per prenotare i vostri biglietti per lo spettacolo: www.teatrodimeano.it

– Isabella Speziali responsabile Ufficio studi delle politiche e del mercato del lavoro dell’Agenzia del Lavoro di Trento

– Martino Orler manager di REDO upcycling e Protesica sanitaria e Amministratore di Cooperativa ALPI di Trento, un luogo dove impresa e rivoluzione si incontrano davvero.

– Andrea Grosselli della segreteria confederale CGIL – si occupa in particolar modo di politiche del lavoro e welfare. Da sempre impegnato nella tutela di tutti i lavoratori e di tutte le lavoratrici per l’uguaglianza e il riconoscimento dei diritti di tutti.

Con noi saranno anche la Cantina Resom per un piccolo assaggio prima dello spettacolo e due punti libreria con una selezione di libri a tema lavoro.

Ci vediamo a teatro!


Pubblicato da

I Rifiuti Speciali sono anime vaganti. Tra queste la mia. Persa e perduta. Sempre alla ricerca. Di cosa poco importa. L’importante è cercare, rincorrere, inseguire. Stremata respirare. Lavoro, scrivo, penso, cambio pannolioni, faccio addizioni, metto sempre il rossetto, perdo tutto tranne alieceeorlando. Soffro di personalità multiple che parlano un sacco tranne quando andiamo in bicicletta . Di solito le porto in giro al guinzaglio. Sono ingestibili. E sono troppe. A volte le libero. Scappano. Ma non mi preoccupo. Prima o poi ritornano. E se non ritornano so dove cercarle. A teatro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.