LIVINGWOMEN INCONTRA CAMILLA ENDRICI

Camilla Endrici è nata a Bologna nel 1982 e da qualche anno vive a Trento. Laureata in filosofia, giornalista radiofonica e copywriter ha da poco pubblicato per la casa editrice Giraldi il libro 194 -diciannove modi per dirlo : diciannove testimonianze di donne che hanno vissuto personalmente l’esperienza dell’interruzione di gravidanza. Astenendosi da ogni giudizio, Camilla ha raccolto queste storie ed ha dato loro voce, in […]

Continua a leggere

GENNAIO… UNICA

“Ricordo ancora quando ti vidi per la prima volta. Era un caldo giorno d’estate e tu eri lì, sotto il sole. Tu stessa eri fatta di sole, i tuoi capelli, le tue labbra. Mi scaldavi e mi riempivi. La curva della tua spalla, le pieghe della pelle, il piccolo neo, il tatuaggio erano tuoi segni […]

Continua a leggere

LUGLIO… DESERTO

“Chi vive nel deserto, è vivo davvero”.     #polaroid #fotografiaistantanea #impossiblefilm #deserto 

Continua a leggere

LIVINGARTISTS INCONTRA PATRIZIO CAVALLAR/BABA DEL LATTE

Carta, polimeri, combustibili fossili, idrocolloidi, colle industriali , barattoli, tibie di cinghiale, teschi animali, protesi dentali, calchi di mani e di dita, micro-organismi, paraffina, biglietti da 5 euro, citazioni religiose, neo-sciamanesimo, numerologia, ricerca d’identità, creatività, critica ai social-networks ed alla chirurgia estetica, apocalissi varie ed eventuali, trasformazione e rivoluzione dal basso. Tutto questo è Patrizio Cavallar, […]

Continua a leggere

INDUZIONI

Il cambiamento è un impulso che deve venire da dentro. Se indotto da altri, il risultato sarà una forzatura al limite del grottesco. – Francesco Franzoi 

Continua a leggere

DONNE IN RADIO: ALESSANDRA FAGGIANO e CUARTA CLASSE

Inizia a piacermi questa cosa di esplorare anche il territorio dell’Alto Adige… Ci sto prendendo gusto. E qui devo assolutamente citare Irene Cocco, autrice del romanzo Doveva essere per sempre e di poesie, collaboratrice del blog  ed amica – che ci ha messo  la zampina. Perché una sera mi chiama e mi dice con quel […]

Continua a leggere

VISION OF A MISUNDERSTANDING

The ultimate declaration, when points of view are insulated in their respective solitudes and undetected misunderstandings. La dichiarazione definitiva, in cui i punti di vista sono isolati in rispettive solitudini e fraintendimenti inosservati. VISION OF A MISUNDERSTANDING Digital drawing. Ariadne Radi Cor http://chantillycream.co.uk/?p=1856  – vision of a misunderstanding –

Continua a leggere

LA FORMA DEL TEMPO

Frida detesta la pioggia: a meno che non sia quella potente di un temporale estivo.  Una volta l’estate era una pioggia rapida, una maglietta zuppa e le lucciole.  Poi è stata il mare, i viaggi in macchina e l’amore urgente. Ora è un’isola. E l’amore è un puntino a distanza: ma tutti sanno che l’amore […]

Continua a leggere

FORZA RAGAZZE, AL LAVORO!

Il titolo viene dalla Conferenza Come on girls, let’s work! a cui ho partecipato lo scorso 29 Gennaio presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale di Trento organizzata da Università degli Studi di Trento, Università Ca’ Foscari di Venezia e Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne in Memoria di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice italiana uccisa a Parigi il 13 novembre […]

Continua a leggere

PREGHIERA LAICA

E’ sempre difficile parlare di Giornata della Memoria. Manca del tutto l’esperienza del dolore, della tragedia. Ne abbiamo forse il sentore, la paura e la domanda è sempre la stessa: “ma non può succedere di nuovo, vero prof?” e subito dopo: “ma perché Dio l’ha permesso?” Qui è l’errore: il mostro abita nella pancia dell’uomo, […]

Continua a leggere

Rifiuti Speciali Sull’amore e altre banalità, ovvero cosa possiamo aggiungere che non sia già stato detto

Qualche mese fa qualcuno mi chiese: perché vuoi fare uno spettacolo sull’amore? È già stato detto tutto e sicuramente meglio di quanto tu possa fare. Cosa puoi aggiungere ancora (ricordatevi questo avverbio) che non sia già stato detto? In effetti credo nulla. Comunque sono andata avanti. Ho iniziato a documentarmi. Perché per me l’amore è […]

Continua a leggere

ODE TO DOLORES

Non pensavo alla morte di Dolores O’Riordan. Non pensavo che la sua morte avrebbe colpito così tanto. Nel mio immaginario lei era la colonna sonora della costruzione di una me stessa adulta. Ma roba per poche anime elette, in un mondo che ballava la tecno e l’hardcore e ti pigliava per il culo mentre tu […]

Continua a leggere

ANDRA’ TUTTO BENE

Amo la luce calda alle finestre delle case nelle interminabili sere d’inverno. Immagino bambini inginocchiati sul tappeto accanto all’albero a giocare tranquilli sotto lo sguardo amorevole di una madre accoccolata con un gatto, un libro ed un plaid su un divano. Vedo il padre stagliarsi nel riquadro della porta, i bambini corrergli incontro gridando Papà, […]

Continua a leggere

COME RONDINI A NATALE

È dalla bocca dello stomaco che parte. Prima sale, si aggrappa alla gola, entra nelle braccia, contrae le mani. Poi scende, rapido come una corda tirata a piombo. Penetra la pancia. Le gambe tremano. Devi andare in bagno forse. O forse no. La testa si svuota. E gira. Finché perdi ogni appiglio. Ogni riferimento. Tutto […]

Continua a leggere