cambiamenti-changes · condivisione-sharing · controcultura · CULTURE CURES-LA CULTURA CURA · desiderio-desire · Donne Contro-Women Against · education-educazione · Il Posto delle Donne-Women's Place · in Italia · la Donna Selvaggia-the Wild Woman · Lontane dal Paradiso-Far from Heaven · Love&Rejection · Murder · pushing bottons · Questioni di genere - Gender issues · ragazze-girls · ragazzi/boys · relazioni-relationships · ruoli sessuali-sexual roles · Storie · Territorio-Territory · the art of not sitting pretty · Una Storia del Genere-An History of Gender · uomini uomini sull'orlo di una crisi di nervi-men on the edge of a nervous breakdown · Uomo · violenza domestica-domestic violence · woMen

LELLA: 5 attrici per dire “no alla violenza sulle donne”

Il video di LELLA – ORCHESTRACCIA  per la regia di Marco Bonini.

Vanessa Incontrada, Sabrina Impacciatore, Ambra Angiolini, Donatella Finocchiaro e Elda Alvigini.

Cinque attrici per dire “no alla violenza sulle donne” e per presentare un disco – ponte tra la Roma dell’800 e quella dei giorni nostri -che ospita anche l’attore Elio Germano.

Sceneggiato da Edoardo Leo e dal regista Marco Bonini, il video di “Lella” – con un “cameo” di Riccardo De Filippis -sovrappone immagini forti a un brano che è nella storia della musica popolare romana e che l’Orchestraccia
canta da sempre.

Prende nuova vita, ha un respiro più rock, incrocia la dura
realtà dei giorni nostri, e riflette — anche grazie al video — su questi tempi di
violenza contro le donne, di decreti legge contro il femminicidio, di insensibilità da trasformare in amore.


“Lella la ascoltiamo da quando eravamo bambini — dice Conidi — e la suoniamo da
sempre. Usare la brutalità per sopraffare una donna è una vergogna. Il nostro è un
modestissimo contributo che porti altra rifessione oltre a tutto ciò di cui si parla da
tempo”. “Capita che alcuni romani cantino ‘Lella’ senza nemmeno saperne il
signifcato — aggiunge Edoardo Leo – sembra un brano di evasione, ne affrontano il
ritornello con leggerezza, invece nel cuore della storia c’è un omicidio”.

 Sabrina Impacciatore, aggiunge dal set che “queste
immagini, in questo momento, sostengono il desiderio di tutte noi donne di
sensibilizzare l’opinione pubblica sul fatto che bisogna sapersi ribellare”.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...