Da un atlante del mondo difficile…From an Atlas of the Difficult World

polaroid Lucia Semprebon poesia Adrienne Rich So che stai leggendo tardi questa poesia, prima di lasciare l’ ufficio con l’abbagliante lampada gialla e la finestra nel buio nell’apatia di un fabbricato sbiadito nella quiete dopo l’ora di traffico. So che stai leggendo questa poesia in piedi nella libreria lontano dall’oceano in un giorno grigio di […]

Continua a leggere

DONNE RESISTENTI

Audio/Video tratto da “La donna nella Resistenza (1965)” Un documentario di Liliana Cavani. Related articles My weekend movie: Roma, Città Aperta (1945) Intervista a Liliana Cavani: un viaggio dall’infanzia all’attualità della regista Incontro con la regista emiliana, in piena attività negli anni Sessanta. Appassionata di personaggi “scomodi”

Continua a leggere

CHE COSA DEFINISCE UNA DONNA… What defines a woman

#THENUPROJECT (The Bitter Cutie) Una donna non si definisce attraverso i suoi abiti o il suo corpo Non si definisce attraverso il suo ruolo in società i suoi punti di vista politici quanti soldi guadagna o come li guadagna Una donna non si definisce attraverso il numero delle persone con cui è andata a letto […]

Continua a leggere

TOGETHER WE DOUBLE

“Valere uguale, valere il doppio” Francesco Franzoi per livingwomen.net #maggio #doppio #livingwomen #wordpress #blogitalia #photography 

Continua a leggere

SISTERS AND BROTHERS

Sisters, how do you feel? Brothers, are you all right? Sorelle come state?  Fratelli, tutto bene? – chiediamocelo più spesso –

Continua a leggere

NON SOLO ROSA – UNA SERATA SULLA LEADERSHIP FEMMINILE

NON SOLO ROSA – UNA SERATA SULLA LEADERSHIP FEMMINILE Giovedì 27 ottobre – 17.30 al Palazzo delle Albere, via R. da Sanseverino, 45 Trento  Una serata dedicata al ruolo della donna oggi nel Welfare e non solo che sarà anche l’occasione per avere maggiori informazioni sul concorso di idee Intrecci possibili! Dibattito con la partecipazione di Riccarda Zezza 42 anni, due figli, […]

Continua a leggere

VELATE… VEILED

Domenica sera nel contesto di Religion Today Filmfestival ho partecipato alla proiezione di due pellicole, sotto titolo della serata: Velate. “Slor”, della regista danese Charlotte Schoer  e  “Mariam” della regista saudita Faiza Ambah. Le pellicole sono entrambe ambientate in Francia raccontano le storie di due protagoniste femminili e che si collegano a due normative ad oggi in vigore in […]

Continua a leggere

19th Religion Today Film Festival

Ieri la conferenza stampa per la presentazione del 19° Religion Today Festival, alla quale siamo state gentilmente invitate.  La prima cosa che vorrei dirvi è: non si tratta di un festival religioso. Sareste completamente fuori strada. Anche se naturalmente non ci sarebbe nulla di male, se lo fosse. Ma non lo è. Il Festival aprirà il […]

Continua a leggere

Siamo tutt@ drag!

Io non resisto: sono vanitosissima, da sempre, da ragazzina. Soprattutto, la cosa che mi trasforma l’occhio in una palla di fuoco, sono i colori: ombretti, eye-liner, matite, rossetti di tutti i colori, mat, nacrè, sheer, duo color, brillantini (soprattutto brillantini!)…praticamente una giungla di colore. In questi ultimi anni il colore ed i colori del make-up […]

Continua a leggere

Orchidea d’Acciaio

Il 19 Giugno ha compiuto 71 anni una donna: se esiste una speranza che in un prossimo futuro la democrazia possa crescere e svilupparsi in Asia, Aung San Suu Kyi ha avuto ed ha un ruolo strategico in questo processo politico.

Continua a leggere

Benvenuta Veronica!

questa volta diamo il benvenuto a Veronica Tonidandel con la sua rubrica mensile #CultBreak; un invito a “concedersi” un po’ di cultura nel corso della propria giornata… accettate l’invito?

Continua a leggere

Benvenuta Lucia!

Sono grata alla fotografia perché mi permette di esprimermi e di far uscire un po’ la mia anima e perché mi permette incontri speciali con persone che facendosi ritrarre mi lasciano sempre qualcosa di loro, in modo naturale e senza forzature.

Continua a leggere

Pezzi a teatro/Teatro a Pezzi

#PEZZI è il nuovo progetto di Rifiuti Speciali. Quattro attori cercano una strada per parlare, attraverso le suggestioni nate da un libro, di quelle rotture più o meno profonde, più o meno conosciute, che portano alla creazione di un’identità. Sbagliata forse. Fragile di sicuro. Tutto lo spettacolo si gioca attorno ad una frase “Avresti potuto essere tutto e invece sei questo.”

Continua a leggere