ANDRA’ TUTTO BENE

Amo la luce calda alle finestre delle case nelle interminabili sere d’inverno. Immagino bambini inginocchiati sul tappeto accanto all’albero a giocare tranquilli sotto lo sguardo amorevole di una madre accoccolata con un gatto, un libro ed un plaid su un divano. Vedo il padre stagliarsi nel riquadro della porta, i bambini corrergli incontro gridando Papà, poi un bacio fra amanti genitori e tutti accoccolati sul divano col gatto aspettando i Nonni. Li sento tutti parlare dolcemente e sottovoce scegliendo le parole per proteggersi, anzitutto da se stessi.

“Non ti preoccupare, andrà tutto bene”. Sono le parole magiche di chi ti protegge, le parole che ti hanno protetto da bambino, le parole con cui cerchi di proteggere chi ami tutta la vita, proprio quando sta andando tutto male e tu non sai assolutamente come andrà a finire, ma comunque sai che è la cosa giusta da dire e che devi anche crederci, altrimenti non funziona.

Quante volte le ho dovute ripetere a me stessa nelle lunghe e fredde notti dell’anima, quante volte ho stretto le mie figlie sussurrandogliele e ai fratelli, agli amici, ai compagni, ai bambini, alle persone fragili in preda ai loro fantasmi, arriva un giorno in cui devi addirittura dirlo ai nonni e ai genitori di fronte all’evento più spaventoso della vita, ma se hai fatto molta esperienza, riesci ad essere così convincente da convincerti anche tu: andrà tutto bene, perché andrà semplicemente come deve andare, l’importante è accogliere e sapersi adattare.

Ho avuto un amore, ci siamo tenuti stretti durante la tempesta, a volte ci guardavamo disperatamente spaventati e ci chiedevamo con le lacrime agli occhi: “Dimmi che andrà tutto bene”. Non è andato bene quasi niente, però siamo diventati molto bravi a consolarci e farci coraggio.

“Andrà tutto bene” sussurrato, sottovoce, con dolcezza, per difenderci, credo sia la cosa più importante e magica in assoluto da dire, perché la vita ci mette tutti un po’ molto a disagio e l’unica cosa che possiamo cercare di fare è proteggerci a vicenda, anzitutto da noi stessi.

Quindi ora, in questa fine d’anno, vorrei che mi immaginaste guardarvi dolcemente negli occhi, dirvi con convinzione: “Andrà tutto bene” e abbracciarvi, in uno di quegli abbracci così morbidi e accoglienti che ci si potrebbe vivere o anche morire tranquilli, al sicuro, pacificati.

Io vi immaginerò diffondere questa semplice magia, e chissà: potrebbe essere che un giorno, andasse davvero tutto, non proprio bene, ma un bel po’ meglio.

 

 

andrabene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...