#CultBreak · #livingwomen · abitudini moderne · archetipi · arte-art · condivisione-sharing · Consigli · creatività-creativity · CULTURE CURES-LA CULTURA CURA · Eventi-Events · identità-identities · Immaginario/Imaginary · in Italia · pushing bottons · ragazzi/boys · Science · Summery · Tech · Uomo · with my own two hands

Cos’è la memoria nell’era del digitale?

É la memoria il tema principale su cui ruota la mostra di Korakrit Arunanondchai a Museion. L’artista si interroga circa il significato della memoria in un’epoca dove basta un tasto per eliminare simultaneamente centinaia di ricordi. In un mondo dove l’accesso alle informazioni è sempre più rapido e semplificato, i ricordi sono spesso affidati a supporti elettronici. Siamo abituati a delegare le informazioni a memorie esterne e a supporti informatici. La nostra memoria tende a dimenticare più facilmente. Quella di Museion è la prima mostra personale in Italia dell’artista: Korakrit ha solo trent’anni ma ha alle spalle esposizioni in musei come il MoMa PS1 di New York e Palais de Tokio di Parigi. La mostra bolzanina si apre al pian terreno con tre grandi dipinti su tela di jeans e prosegue all’ultimo piano del museo dove si viene immersi in un’atmosfera quasi surreale. Le vetrate e le illuminazioni al soffitto sono state oscurate con delle pellicole di colore rosso, giallo e blu. La luce esterna sembra entrare con fatica. Al centro dello spazio espositivo viene proiettato un video, che si può guardare accomodati su degli enormi cuscini. Il video ha un che di spettacolare: elefanti, droni, templi buddisti, abbracci, videogiochi, coccodrilli, danzatrici che pitturano con il seno. Non è facile trovare un filo conduttore, ma la sorpresa e lo stupore sono assicurati.

La mostra è visitabile fino all’11 agosto. Il museo è aperto dal martedì alla domenica, dalle ore 10:00 alle ore 18:00. Il mio consiglio è di andare il giovedì: la chiusura è posticipata alle ore 22:00 e spesso il museo propone degli approfondimenti tematici con ospiti illustri del mondo dell’arte e della cultura!  Museion Bolzano si trova nel centro storico della città ed è facilmente raggiungibile a piedi, in pochi minuti da piazza Walther o dalla stazione.

 

Korakrit Arunanondchai (Bangkok, 1986) Studi alla Islad School of Design (2009) e alla Columbia University (2012), Arunanondchai ha all’attivo numerose collettive in istituzioni come Sculpture Center, New York, ICA Londra, e personali in istituzioni come Palais de Tokyo, Parigi (2015), MoMa PS1 (New York, 2014). Oltre alla mostra a Museion, Korakrit Arunanondchai sarà presente quest’anno alla Biennale di Sydney (18 marzo – 5 giugno) e alla Biennale di Berlino (Berlin Biennale, 4/06-18/09).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...