cambiamenti-changes · condivisione-sharing · controcultura · dignità-dignity · diritto al lavoro · Il Posto delle Donne-Women's Place · Immaginario/Imaginary · Italy is a Country (?) · libertà-freedom · Lontane dal Paradiso-Far from Heaven · Politica-Politics · pushing bottons · Questioni di genere - Gender issues · resistere resistere resistere · Stili di Vita-Lifestyles · Territorio-Territory · the art of not sitting pretty · Una stanza tutta per sè-A Room of One's Own · Vita insostenibile-Unbearable living · Vita sostenibile-Sustainable living

La mia vita comincia qui

… camminando sulla luna. E’ la mia terza vita.

Una è quella di quando sono stata bambina. La seconda è quella che ho vissuto sulla Terra fino a ieri. La terza quella che comincio qui: Walking on the Moon.

Non ci sono documenti da mostrare a nessuno quando si arriva sulla luna.

Non sembra vero ma c’è spazio per tutti qui. Ci sono “centri di ristoro per l’anima” anziché centri di accoglienza e realizzarsi vuol dire imparare a capire chi sei e quello che ti piace fare;

Non è il successo il parametro qui, non è il lavoro o lo stato symbol, non ci sono social networks ed il tempo scorre in maniera diversa: più lenta;

Naturalmente ci sono modelli da seguire, gli allievi ed i maestri, chi suona, chi canta, la cucina, l’ingegneria, l’artigianato, le culture differenti ma tutto è meno artefatto, meno competitivo: e’ tutto molto più autentico qui.

Abbiamo tutti il diritto di sognare: l h’anno sancito nella Costituzione.

Ci sono i diritti civili qui, quelli che quando ero nella mia seconda vita agognavo tanto…

Hanno riconosciuto le coppie di fatto, i matrimoni fra le persone che non sono eterosessuali sono consentiti, e’ possibile adottare un figlio ed è possibile anche divorziare affinché tutto venga gestito come un percorso che può avere un inizio ed una fine;

A proposito,  esiste l’eutanasia qui – e’ stata ritenuta una scelta possibile.

Non è tutto perfetto qui  sulla luna dove consumo la mia terza vita;  gli esseri umani continuano ad essere imperfetti, inquieti, variegati fallibili e morituri ma io comincio a sentirmi a casa e qui continuo la mia strada: walking on the moon…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...