UN GIORNO DI ORDINARIA TENEREZZA

Parto presto. In radio una chiavetta usb: Bowie, Beatles, Lord Huron. “Roba allegra anche oggi” dice Martino. E sorride. “C’è un bel cielo stamattina, no?”. Un bel cielo. Rosa e azzurro si mescolano. Uno stronzo ci supera e ci taglia la strada. Un cielo transgender che definisce ancora meglio il profilo delle montagne. “Sì” dico…

L’APPARTENENZA

Il rumore del mare è la voce di Dio. Quando è maestrale, e quella voce è grossa, te ne devi stare a riva. Pulisci ‘a barca, intrecci le nasse. Oppure peschi dalla spiaggia, in certi posti che sappiamo solo noi: perché pure li pesci se ne fuggono dai fondali quando Dio s’incazza. E poi pensi…

LE COSE CHE VORREI AVERVI INSEGNATO

Vorrei avervi insegnato che la vita vale Vorrei avervi insegnato che a riflettere non può essere soltanto lo specchio Vorrei avervi insegnato che il senno conta più del seno Vorrei avervi insegnato che essere ragionevoli è più importante che avere ragione. Vorrei avervi insegnato che la dignità non muore con una brutta figura Vorrei avervi…

FIORI E RADICI

Radici nella roccia, solcata da rivoli di acqua pura, radici aggrappate, al sicuro dal vento e dal fango, al riparo nel bosco della mia famiglia di piante che mi hanno protetta senza farmi ombra, sono cresciuta sicura, fra grandi alberi secolari che cantavano con le loro chiome ondeggianti nel vento, raccontandomi di vette che si…

M.other sotto l’albero- lo stillicidio delle recite di Natale

Alfa si è esibita in una performance canora di Natale con altri 852 bambini tra i 6 e i 10 anni   della scuola elementare più multietnica della città. Un sociologo dovrebbe prendersi la briga di assistere a tal evento per fotografare l’itaglia e soprattutto la genitorialità del terzo millennio. Breve descrizione dell’evento. Innanzi tutto non…

RADICI

Trasferirsi in luoghi diversi da quelli in cui si é nati, fa sì che ci si allontani dalle proprie origini, dalle radici, dalle mura, dai mobili, dagli oggetti dell’infanzia e della giovinezza .  Di questi alcuni si conservano, come frammentaria testimonianza del proprio passato.  Si esce da quel guscio e si costruisce altrove un nuovo…

PENSIERINI DI NATALE

Dicembre: i 10 impulsi che ho provato davanti ad una tazza di caffè in un vortice di pensieri rivolti al Natale: Fare la Madonna nel Presepe vivente Andare a prendere una sonora sbronza insieme al Grinch al Pub Regalare abbracci in mezzo alla strada Ubriacarmi di vin brûlé e grazie al bruciore di stomaco fare…

Siamo tutt@ drag!

Io non resisto: sono vanitosissima, da sempre, da ragazzina. Soprattutto, la cosa che mi trasforma l’occhio in una palla di fuoco, sono i colori: ombretti, eye-liner, matite, rossetti di tutti i colori, mat, nacrè, sheer, duo color, brillantini (soprattutto brillantini!)…praticamente una giungla di colore. In questi ultimi anni il colore ed i colori del make-up…

Il desiderio del mio tempo

Fermati mi dico.
Me lo dice il corpo,
Me lo dice il cuore.
Così mi fermo, su di una panchina. Apro il mio taccuino, leggo e rileggo le frasi annotate.
Viaggio cercando di ricordare quando e perché le ho trascritte…Viaggio seduta contro tutto questo gridare…

Un Natale insieme ad Antonello Veneri

Tutto lo staff di Livingwomen ci tiene particolarmente a sostenere  le iniziative ed i progetti del fotografo Antonello Veneri in Brasile. Se volete unirvi a noi, sarete i benvenuti! Per qualsiasi informazione contattate pure Antonello con messaggio privato sul suo profilo Facebook.  Il ricavato andrá a finanziare il progetto “Interiores da Maré“, ritratti di famiglie della comunitá Complexo da Maré,…

Una Pausa d’Agosto

Silenzio, riposo, vuoto. Il niente all’interno di un brano, di una melodia, di un pezzo, di un periodo. Una pausa temporanea che serve a dare senso al resto, indispensabile per reggere il discorso musicale. Una sospensione che sta dentro il brano, non lo interrompe. Ne fa parte. Un vuoto vitale. Senza, la struttura del pezzo…

la de-costruzione di me

Prendi le mie Lacrime Prendi il mio Passato Tutto cio’ che e’ stato e mai piu’ sara’ E’ un regalo potra’ esserti utile un po’ di esperienza: Letti sfatti Amori (s)finiti Pugni e baci Risate cristalline Camminate nel Sole e nella Neve Un Cuore nuovo per ogni Cuore stracciato in due Un Corpo giovane quasi…

Il ritorno…The comeback

Il ritorno. Bene. …Il ritorno. Ma il ritorno da che cosa? A che cosa? Io, ve lo dico, mi sono persa. E non ho nessuna intenzione di tornare. Mi sono persa e ritrovata nel presente, nella bellezza della dimenticata magnificenza del succedersi di un gesto che ripetuto nel tempo, in modo inconsapevole, diventa rituale. Alzarmi…