ANTOLOGIA VINTAGE

Zelda uscì dall’acqua arrampicandosi sulla scaletta. La piscina era ancora vuota nonostante fossero già le 11 di un giugno piuttosto generoso. Prese il suo asciugamano e si tamponò i capelli. Non aveva timore di mostrare il suo vecchio corpo che l’età, l’esercizio e l’ansia costante avevano conservato forse non tonico, però asciutto. Decente nel suo…

I for “I am resilient”

Odio anch’io seriamente questa parola, questo meccanismo che è la resilienza. Odio il fatto che si debba sempre trovare il buono in qualunque situazione ci si presenti davanti e da quello ripartire. Perché ripartire a volte è proprio complicato: amori, lavoro, vita in generale. A volte in questo processo di ripartenza si può far male…

SALPARE

  La faccenda spiacevole dell’avanzare con l’età è la perdita di quella visione entusiastica delle opportunità, forse più rischiosa ma certamente più giusta. Che sia un incontro, un lavoro o molto più in generale un cambiamento, ogni occasione è, o dovrebbe essere idealmente, un sano produttore di energia evolutiva. I fallimenti, le delusioni, le esperienze…

IL CAMBIAMENTO E’ L’UNICA COSTANTE

CAMBIAMO 1000 VOLTE, PER ASSOMIGLIARE SEMPRE PIU’ A NOI STESSI. Il cambiamento è l’unica costante. Vorremmo poter contare su verità immutabili, punti fermi inamovibili, amori eterni, valori assoluti. Vorremmo una vita tranquilla, una bella casetta nostra, una famigliola (qualunque cosa significhi per noi famiglia), grigliate con gli amici di una vita  a Ferragosto, cene di Natale…

VISION OF A MISUNDERSTANDING

The ultimate declaration, when points of view are insulated in their respective solitudes and undetected misunderstandings. La dichiarazione definitiva, in cui i punti di vista sono isolati in rispettive solitudini e fraintendimenti inosservati. VISION OF A MISUNDERSTANDING Digital drawing. Ariadne Radi Cor http://chantillycream.co.uk/?p=1856 

POLITICA E SENTIMENTI: VISIONI

Attenzione: leggere questo post solo se dotati di ironia, astenersi perditempo. Stavo pensando, mentre scrivevo un messaggio wathsapp, alla politica, ai risultati di queste elezioni politiche. Mah. Eviterò le personalissime considerazioni su quelli che nei libri di giurisprudenza si chiamerebbero Tizio, Caio e Sempronio. Mettiamola così: l’affluenza è stata comunque alta, il popolo è confuso,…

FORZA RAGAZZE, AL LAVORO!

Il titolo viene dalla Conferenza Come on girls, let’s work! a cui ho partecipato lo scorso 29 Gennaio presso il Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale di Trento organizzata da Università degli Studi di Trento, Università Ca’ Foscari di Venezia e Università Paris 1 Panthéon-Sorbonne in Memoria di Valeria Solesin, la giovane ricercatrice italiana uccisa a Parigi il 13 novembre…

PENSIERO BIANCO

Bianco come il vestito da sposa che non ho indossato. Non perché non si sia celebrato il mio matrimonio, no. Perché il mio vestito non era bianco Bianco come il figlio che non ho avuto. Non perché non abbia avuto un figlio, no. Ne ho avuti due. Perché i miei figli non sono bianchi  …

A ME IL BIANCO FA PAURA

Bianco come simbolo di purezza, pace, bene, anime immacolate, assolte dal peccato. A me il bianco fa paura. Le notti in bianco, l’andare in bianco.  I bar bianchi. La pasta in bianco e il riso in bianco erano i miei pasti da bambino malato. Persino morendo si dice si veda una luce bianca.  Bianco è…

#BIANCO

“Può la paura di morire generare la paura di vivere?  E può la paura di non morire generare ugualmente la paura di vivere?” Il mio interrogativo si perde in un foglio #bianco.   Ps. L’immagine delle uova non è un caso.    

FITNESS M.OTHER

Ho fatto una scoperta. La palestra non è il luogo degli sportiviatutticosti con il tarlo del culto fisico, bensì il corrispettivo Welness and Fitness Hotel dell’Albergo delle donne tristi di Marcela Serrano: uomini e donne senza distinzione di età o preferenza sessuale, si avvicinano al magico mondo dello sport per un’unica, sana ragione: il dolore…

LA GRANDE INCERTEZZA

Questo mese il tema è disagio. Quasi scontato dire che di questi tempi il disagio materiale è grande ed è grande anche quello che portiamo dentro. Forse perché per osmosi un po’ ci contagia e forse perché anche noi fatichiamo ad interpretare i cambiamenti della società e del costume che ci circondano. Insomma la grande…

LA SCUOLA CON LE CORNA

La scuola italiana non funziona. Inutile girarci intorno, ci sono almeno tre frottole che raccontiamo ai ragazzi. Primo: “se ti impegni ce la farai”. FALSO. La scuola italiana è nata per pochi, selezionati e benestanti alunni. Aveva provato don Milani a dirlo già cinquant’anni fa. Nel frattempo sono cambiati la società, il tenore di vita,…

GIULIETTA

Tradimento. Da quando qualche anno fa ho guardato il film di Federico Fellini “Giulietta degli spiriti” nel mio mondo interiore e nel mio immaginario l’idea del tradimento si è legata indissolubilmente a questo lungometraggio a colori, realizzato nel 1965. Giulietta, la protagonista del film, nonché moglie e musa di Federico Fellini, scopre nella maniera più…

M.OTHER ALLO SPECCHIO

Ovvero “La luna è sempre la stessa, ovunque tu sia” Azione. Lotta. Vittoria. Non è un caso che mi sia laureata in Scienze Politiche con una tesi in studi strategici. ‘na vita a combattere. Contro. A prescindere. Sempre. Dimostrare quindi vincere perciò essere capaci. E così ogni volta che ho sentito profumo di sconfitta, mi…