VINCENT VAN GOGH. IL BIPOLARE

30 marzo World Bipolar Day  Ciò che sono agli occhi della maggior parte della gente: una nullità, un eccentrico oppure  una persona sgradevole – qualcuno che non ha una posizione nella società e mai ce l’avrà. In breve, il più in basso del basso. Va bene dunque – anche se tutto ciò fosse assolutamente vero,  allora dovrei…

ODE TO DOLORES

Non pensavo alla morte di Dolores O’Riordan. Non pensavo che la sua morte avrebbe colpito così tanto. Nel mio immaginario lei era la colonna sonora della costruzione di una me stessa adulta. Ma roba per poche anime elette, in un mondo che ballava la tecno e l’hardcore e ti pigliava per il culo mentre tu…

UN PESCE NEL GHIACCIO

Cesare ha 17 anni. Vive in collina, a Torino, con una madre anaffettiva da manuale e una sorella più grande. Il padre se l’è preso un cancro al cervello quando lui aveva solo sei anni. Cicatrice numero uno. È timido, di quella timidezza che ti avvolge come un seme sotto scorza dura. Frequenta il liceo…

#LIVINGARTISTS MEETS #SELENALEARDINI

Conosco il mondo artistico di Selena Leardini da qualche anno. Avevo visto i suoi quadri ad una piccola esposizione personale presso il negozio di abbigliamento INTERNO 11 a Trento. I ritratti dei “suoi bambini” mi hanno conquistata da subito, così come quell’atmosfera un po’ noir e piena di romanticismo. In questo incontro mi accompagna la fotografa e blogger Lucia…

TATUARE-NELLA-TERRA-DEGLI-UOMINI

LIVINGARTISTS MEETS  RANIERO REALE CONVERSAZIONI SULLA SPIRITUALITA’ DEL TATUAGGIO CON RANIERO REALE (PATUTIKI) Cercando informazioni sul tatuaggio “polinesiano” -poi spiegherò perché il virgolettato- mi sono rituffata nel mare della mia adolescenza e giovinezza, dove gli dèi e le dee erano tanti e variegati e uno di essi era Corto Maltese, quello del primo racconto nel…

Emanuele La Piana: I miei grandi insuccessi

Data zero. Sul palco della BookiqueTrento, chitarra elettrica ed acustica con Riccardo Miori. Per Emanuele Ipad e cellulare.  Per suonare musica che sembra provenire da un altrove finalmente incredibilmente vicino. Voce pulita. Cristallina. I testi dei capitoli del racconto di una vita, la sua, si snodano uno dopo l’altro. Densi ed intensi. Ci saranno presto…

UNA SERA D’AUTUNNO

Un’amica che non sempre vedi, due bicchieri di vino. Chiacchiere, non del quotidiano, ma ci si perde  nel raccontare le proprie passioni, viaggi, fotografie, mostre, pittori . Restiamo lì immobili, solo fisicamente, è bello quando qualcuno ti fa fermare! Non è poi così male. Parlando di autori contemporanei e non; ricordo di aver citato lui:…

LIVINGARTISTS incontra ALINA MARAZZI

 …ci sono degli incontri che ti segnano nel tuo percorso professionale, ma anche intimo e personale…  Alina Marazzi è una delle registe indipendenti più interessanti del panorama cinematografico italiano. Voglio aggiungere che è anche una delle donne più intriganti che io abbia avuto modo di incrociare sul mio cammino. Regista di documentari televisivi a carattere sociale; ha lavorato in…

Novembre… Straniero

“Dimmi, enigmatico uomo, chi ami di più? tuo padre, tua madre, tua sorella o tuo fratello? – Non ho né padre, né madre, né sorella, né fratello. – I tuoi amici? – Usate una parola il cui senso mi è rimasto fino ad oggi sconosciuto. – La patria? – Non so sotto quale latitudine si…

SYLVIA PLATH: Trovando la propria Voce… Finding her Voice

La poetessa Sylvia Plath nacque il 27 ottobre 1932. (Boston, 27 ottobre 1932 – Londra, 11 febbraio 1963). Si tolse la vita a 30 anni. E’ attraverso la Scrittura che l’intensità del suo singolare genio ha trovato via di espressione. Ha preso le cose della vita tutti i giorni (accudire i figli, spingere un passeggino, affettare cipolle, fare…

TO HAVE THE BLUE DEVILS

Spesso il colore blu viene associato al freddo. Il blu infatti fa parte dei colori freddi e rievoca alla mente una sensazione di gelo e tristezza. Nell’immaginario comune questo colore ispira generalmente infelicità. La parola ‘blue’ in lingua inglese è comunemente connessa all’associazione tra il colore e al senso di malinconia. L’espressione ‘to have the…

Pezzi a teatro/Teatro a Pezzi

#PEZZI è il nuovo progetto di Rifiuti Speciali. Quattro attori cercano una strada per parlare, attraverso le suggestioni nate da un libro, di quelle rotture più o meno profonde, più o meno conosciute, che portano alla creazione di un’identità. Sbagliata forse. Fragile di sicuro. Tutto lo spettacolo si gioca attorno ad una frase “Avresti potuto essere tutto e invece sei questo.”

Udito

Non riesco nemmeno a immaginare il suono di una bomba, il suono della sofferenza di una donna torturata: ecco perchè canta Nawal, la protagonista. Poi il ricordo: le notizie infinite quotidiane della guerra in Libano. Le bombe. In Italia. I rapimenti. In Italia. Il sospetto. In Italia. I cecchini. In Libano. Bashir Gemayel. In Libano. Walid Jumblatt. In Libano. Chi sono i Drusi? Chi sono i Maroniti? Sabra e Shatila. Ecco sono rientrata nel mio mondo di ragazzina ed ho cominciato -di nuovo- a cercare tutte le informazioni, tutti i nomi che sentivo ossessivamente ad ogni telegiornale. Non c’è niente da dire, nulla più da dire. Solo ascoltare e ascoltarsi l’un l’altro. E ascoltare il suono della meraviglia.