condivisione-sharing · dignità-dignity · in Italia · Italy is a Country (?) · Journalism · Politica-Politics · pushing bottons · resistere resistere resistere · the art of not sitting pretty · uomini uomini sull'orlo di una crisi di nervi-men on the edge of a nervous breakdown · Vita insostenibile-Unbearable living

Svegliatevi italiani

di Giorgio Dell’Arti da Vanity Fair N. 47/27 NOVEMBRE 2013

Vi hanno detto

“In Italia una cosa sola è veramente sicura: la pensione tutti i mesi”

Volevano dire

FORSE NON E’ PIU’ COSì SICURA SE L’INPS HA UN BUCO DI 9 MILIARDI . L’Inps è in rosso per nove miliardi di euro. E’ in pericolo il pagamento delle pensioni? Il presidente dell’Istituto, Antonio Mastrapasqua, che davanti al Parlamento aveva definito questo rosso “un segnale di non totale tranquillità”, dice di no. Il ministro dell’Economia, Saccomanni, tranquillizza con un vago “si tratta di un problema tecnico. In realtà l’Inps ha via via peggiorato i propri conti assorbendo, per ordine dei vari governi, casse dissestate: il fondo trasporti con 1 miliardo di perdite, la gestione artigiani (buco da 5,6 miliardi) e coltivatori diretti (5,5 miliardi), la cassa degli ex lavoratori elettrici (1,9), l’ex fondo telefonivi (1,2), l’Inpdai (3,7) e infine l’Inpdap, cioè la cassa dei dipendenti pubblici, fusa con l’Inps da Monti e con un buco di 7,8 miliardie un patrimonio negativo di 23. Il problema c’è: i lavoratori finiti in cassa integrazione in deroga non hanno ricevuto assegni anche per 9 mesi consecutivi.

…e  intanto Forza Italia molto preoccupata ieri è passata all’opposizione (n.d.r.) …

Svegliatevi italiani brava gente
qua la truffa è grossa e congegnata
lavoro intermittente
solo un’emittente
pure l’aria pura va pagata

In giro giran tutti allegramente
con la camicia nuova strafirmata
nessuno che ti sente
parli inutilmente
pensan tutti alla prossima rata

Soldi pesanti d’oro colato
questo paese s’è indebitato
soldi di piombo soldi d’argento
sono rimasti sul pavimento
e la poesia cosa leggera
persa nel vento s’è fatta preghiera
SI SPRECA LA LUCE SI PASSA LA CERA
SOPRA IL SILENZIO DI QUESTA GALERA

In giro giran tutti a pecorone
sotto i precetti della madre chiesa
in fila in processione
in fila in comunione
in fila con le buste della spesa

Giovanni grida solo per la via:
“fermatevi parliamo di poesia”
ma tutti vanno avanti
contano i contanti
minaccian di chiamar la polizia

Soldi pesanti d’oro colato
questo paese s’è indebitato
soldi di piombo soldi d’argento
sono rimasti sul pavimento
e la poesia cosa leggera
persa nel vento s’è fatta preghiera
SI SPRECA LA LUCE SI PASSA LA CERA
SOPRA IL SILENZIO DI QUESTA GALERA

Soldi pesanti d’oro colato
questo paese s’è indebitato
soldi di piombo soldi d’argento
sono rimasti sul pavimento
e la poesia cosa leggera
persa nel vento s’è fatta preghiera
SI SPRECA LA LUCE SI PASSA LA CERA
SOPRA IL SILENZIO DI QUESTA GALERA

e la poesia cosa leggera
persa nel vento s’è fatta galera
SI SPRECA LA LUCE SI PASSA LA CERA
SOPRA IL SILENZIO DI QUESTA PREGHIERA

italiani-allestero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...