ODE TO DOLORES

Non pensavo alla morte di Dolores O’Riordan. Non pensavo che la sua morte avrebbe colpito così tanto. Nel mio immaginario lei era la colonna sonora della costruzione di una me stessa adulta. Ma roba per poche anime elette, in un mondo che ballava la tecno e l’hardcore e ti pigliava per il culo mentre tu […]

Continua a leggere

La Katana e il Re

Impulso di prendere e andare lontano, lontano da tutto e tutti, dove nessuno mi possa trovare, impulso di chiudermi in me stessa, rintanarmi così in profondità dentro di me che nulla e nessuno possa più raggiungermi, nessun rumore, nessun dolore, nessun fastidio, nessun pensiero. Galleggiare nel vuoto, perdermi nel nulla dell’oblio senza più limiti di […]

Continua a leggere

(non più) sospesa

Sospesa fra passato e futuro, sospesa a metà del salto non sapendo né quando né dove atterrerò. Nell’attesa circondo una polla di acqua fumante di candele di mille colori, elemento fuoco di purificazione e forza. Aggiungo sale olio e un rametto di rosmarino all’acqua per renderla drenante e rigenerate per l’epidermide e tutte le cellule […]

Continua a leggere

Facciamo un sano coming out. Queen Maria ci aiuterà.

Mi sono chiesta continuamente come rendere il più plausibile possibile ai miei figli Alfa e Beta, di 7 e 3 anni, l’insostenibile pesantezza della separazione di mamma e papà. Ogni volta che mi sono sentita pronta ho incrociato lo sguardo ebete di due genitori fotografare il nano di 6 mesi mentre soffia per la prima […]

Continua a leggere

Tatto

Un amante, un’amica oppure un figlio. Per il tatto questi dettagli non fanno la differenza. Al tatto non frega niente della provenienza. Dell’appartenenza. Della bellezza. Dell’intelligenza.

E’ un senso ribelle, anticonformista, indipendente ed incontrollabile.

Mi piace, il tatto. Ho un debole per lui. E sospetto che lui abbia un debole per me.

Continua a leggere

Eccola Carmen Consoli

Non poteva concludersi meglio la giornata di risveglio dell’italia (#svegliatiitalia), paese addormentato da bigotte convinzioni e da canzonette subdole che perpetuano un’idea di amore che fa rima con cuore, fatto di subordinazione, dipendenza e persempre nelbeneenelmale ioetecontroErmondo. Poco dopo le 21 fa il suo  ingresso la cantantessa. Bellissima guerriera in tacchi alti e traballanti, gonna […]

Continua a leggere

Il Sultano e San Francesco. Non possiamo rinunciare alla speranza, di #TizianoTerzani

Pubblichiamo la lettera aperta di Tiziano Terzani datata ottobre 2001, in risposta all’articolo “La rabbia e l’orgoglio” di Oriana Fallaci, che la scrittrice aveva pubblicato all’indomani dell’attacco alle Torri Gemelle dell’11 settembre. La lettura richiede circa 20 minuti. Buon Silenzio. Buona riflessione. “Oriana, dalla finestra di una casa poco lontana da quella in cui anche tu sei […]

Continua a leggere

#nondireno1

Ci sono stati giorni dissoluti e pericolosi. Per non guardarmi dentro, per non guardare fuori. Per non vedere più (te). Poi, quando tocchi il fondo, quando più giù non puoi andare, arriva improvvisa la Redenzione. Ti chiedi che cosa ti lasci alle spalle: pezzi di te, frantumi inutilizzabili. Li lasci indietro senza nessuna considerazione, senza dare ai tuoi […]

Continua a leggere

Ritorno farfalla

È un ritorno strano, il mio. Ritorno a casa, tutti tornano a casa, ma non è la mia casa. La mia casa è altrove o forse non c’è ancora. La mia casa non è qui, mi è sfuggita molte volte: abbandonata, perduta, requisita, rubata, preclusa. Ho un letto, ho un luogo sicuro dove posare il […]

Continua a leggere

Goodbye Mr Willliams

Italian/English   un dolore subdolo dall’esterno sempre erroneamente interpretato incompreso ed incomprensibile che deruba ed annichilisce anche l’anima più gioiosa e vitale. Anche oggi è così – Arrivederci Mr Williams a devious pain from the ouside always improperly explained, misunderstood and unintelligble which steals away and annihilate even the most joyful and alive soul. Again […]

Continua a leggere

Basta con la Pasta! Il rispetto non si misura in maccheroni

Discutibile la posizione di Barilla nei giorni scorsi, che peraltro pagherà molto cara sul fronte dell’immagine imprenditoriale. Ma io sinceramente mi sento molto più offesa e profondamente disturbata  dai commenti in rete , da frasi becere del tipo “froci lasciate stare le famiglie”  (???), ” con il vostro culo fate quello che vi pare” (???) […]

Continua a leggere

Ti conosco sorellina…

Conosco il tuo sguardo basso, il tuo viso che non si illumina mai in un sorriso, la tua fatica a salutare, ti incrocio spesso, sempre persa in pensieri bui, hai volti diversi, ma la stessa luce spenta. Vorrei abbracciarti e dirti che conosco il tuo dolore, la tua fatica, la tua paura. La sicurezza che […]

Continua a leggere