DISFONIA 22

La bambina era seduta accanto al finestrino. Teneva la testa appoggiata alla spalla del grande. Il vetro restituiva il riflesso invernale di lunghi capelli chiari e piccole mani, incrociate su gambette esili e composte. I ragazzini guardavano uno di quei video che i genitori avrebbero disapprovato sorridendo, senza intervenire. Ai lati della carrozza il paesaggio […]

Continua a leggere

ANTOLOGIA VINTAGE

Zelda uscì dall’acqua arrampicandosi sulla scaletta. La piscina era ancora vuota nonostante fossero già le 11 di un giugno piuttosto generoso. Prese il suo asciugamano e si tamponò i capelli. Non aveva timore di mostrare il suo vecchio corpo che l’età, l’esercizio e l’ansia costante avevano conservato forse non tonico, però asciutto. Decente nel suo […]

Continua a leggere

LA LITANIA DELL’ADDIO

Molti dei miei problemi li ho risolti in riva al mare. Camminavo con padre Jaques. Non so perché avevo accettato la sua proposta di seguirlo a ***. O forse sì. Erano secoli che correvo senza fermarmi: mi ero laureata alla velocità della luce, facendo tre lavori, senza una cazzo di sbavatura neanche a pagarla. Il […]

Continua a leggere

Sospesi

C’è un filo immaginario teso, sospeso in tutti noi fra obbiettivi raggiunti e obbiettivi irraggiungibili. Alcuni scrittori, saggi, persone in generale che hanno raggiunto una certa età e serenità dicono che guardandosi indietro in alcuni momenti chiave della propria vita ripercorsi nella memoria si riesce ad afferrare un bandolo della matassa a volte intravedere un […]

Continua a leggere

Io viaggio da sola

Vale la pena visitare l’intero Louvre se invece siamo amanti della botanica!? Riflessioni sul gusto e il modo per scegliere un ristorante, dove incontrare storie. Questo libro non è solo per #DonneCheViaggianodaSole, è per tutti. Fa ritrovare la voglia di partire nonostante tutto…

Continua a leggere

il cardellino

Arriva l’autunno. Affrontarlo con un libro, un buon libro, la trovo una buona idea. Mi permetto questa volta di consigliare un libro che mi appassiona; perché quando ci si butta a capofitto in un romanzo, che non si può mollare, è come se si partisse per un viaggio in terre lontane. La scrittrice si chiama […]

Continua a leggere