condivisione-sharing · creatività-creativity · identità-identities · Immaginario/Imaginary · libertà-freedom · Love · resistere resistere resistere · Storie · Una stanza tutta per sè-A Room of One's Own · Uomo · Vita sostenibile-Sustainable living

costruire un sogno

C’era una volta un uomo che abitava vicino ad un canale e aveva la passione del mare. Ogni giorno finito il suo lavoro dedicava qualche ora a costruire una zattera pensando che non appena l’avesse terminata sarebbe partito per un viaggio ed avrebbe esplorato un po’ il mondo. Quando l’ebbe ultimata si mise a guardarla e fu un momento strano: da un lato assaporò la gioia del progetto compiuto dall’altro si senti svuotato e comincio a pensare quanto fosse inadeguata quella zattera rispetto ai suoi grandi sogni da viaggiatore e marinaio. La regalò e decise di dedicare tutti i giorni, una volta adempiuti i suoi impegni lavorativi ad un progetto più ambizioso. Decise di costruire una piccola barca con una parte sottocoperta dove potesse portare qualcuno dei suoi oggetti, che somigliasse di più ad una casa e che gli permettesse una volta ultimata di affrontare un lungo viaggio, di superare una tempesta, di godere del cielo stellato e dell’orizzonte sconfinato. Passo’ qualche anno soltanto a studiare e progettare tutto nei minimi particolari. Finita questa fase passo dalla costruzione del progetto alla costruzione materiale. Ogni giorno che poteva al tramonto si dedicava alla sua passione. Conobbe una donna, fecero dei figli, una famiglia ma lui non perse l’entusiasmo nei confronti di quel progetto, lo condivise con i suoi cari, rispettando anche quando loro non lo sentivano così forte. Con dedizione, ogni volta che ne aveva il tempo continuò a costruire. Arrivo’ finalmente il giorno in cui la barca era ultimata. L’uomo non era più così giovane e anche se la sua passione per il mare non era svanita si accorse di non avere più voglia di usare quella barca per girare il mondo. Allo stesso tempo si rese conto che si identificava così tanto in quell’oggetto, in quel luogo e in quel progetto che lo aveva spinto in tutti quegli anni a costruire non solo quella barca ma un uomo tenace, che ama le sue passioni e a suo modo crede così profondamente nella libertà da celebrarla giorno dopo giorno con perseveranza. Si accorse che quella barca rappresentava gran parte della sua vita e che grazie a questo suo percorso di costruzione aveva trovato dentro di se’ la forza d’animo che tante volte era venuta in soccorso per affrontare non solo le gioie ma anche le difficoltà, le sfide e lo scoramento che questa misteriosa vita ci riserva. Lascio’ la casa ai suoi figli e si trasferì con sua moglie in quel luogo magico e meraviglioso che aveva costruito e attraverso il quale aveva costruito se’ stesso.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...