LE STORIE DI ALESSIA KAHLO CARLI & MR. FISH

Alessia Kahlo Carli è donna, madre, artista & illustratrice, insegnante. E molto molto altro.

Dopo gli studi in psicologia sociale, dal 2006 espone come artista in personali e collettive. Dal 2007 realizza laboratori artistici per bambini collaborando con le Biblioteche, La Libreria Erickson e la cooperativa La Coccinella. Infine dal 2018 collabora come illustratrice con la casa editrice indipendente Edizioni Scarabocchio di e con l’artista Renato Sclaunich, con cui ha pubblicato 6 libri d’artista.

Alessia ha voluto creare un canale su youtube per poter raggiungere i bambini e le bambine di tutte le età, ma con una dedica speciale ai “suoi” bambini della scuola di Rumo in Trentino.

Per essere di supporto nel tenere allenate le competenze base dell’inglese durante questo lungo periodo di sospensione del tempo delle vite dei più piccoli. Intuitivo, coinvolgente, delicato, creativo ed efficace. Io aggiungerei anche inclusivo, anche se è questa una parola fin troppo sentita recentemente. 

L’idea infatti è nata per sopperire alle difficoltà del fare scuola a distanza, sperimentate anche da lei stessa  nel doppio ruolo di insegnante e di mamma.  Alessia ha così deciso di pensare ad un’attività che avesse un senso nel contesto complesso in cui noi tutti ci troviamo in questo periodo storico in cui stiamo vivendo confinati nelle nostre case. Case però che non sono tutte uguali: per dimensioni, accesso alla rete digitale e disponibilità di dispositivi.

Ecco perché dal lunedì al venerdì alle 16:00 uscirà un video con la lettura di un albo illustrato in lingua inglese accessibile semplicemente da youtube: vale a dire senza app da scaricare, accessi da effettuare, passwords da inserire (e da ricordare).

Sotto il video troverete tanti stimoli e suggerimenti creativi per bambini e bambine di ogni età. Un grazie di cuore a Tommaso Rogor Dalpez il video maker, per il lavoro lunghissimo ma bellissimo che ha realizzato!

I nostri bambini e ragazzi sono in isolamento da oltre un mese ormai. Dico nostri perché sono una delle cose più belle e preziose che abbiamo, e dovremmo – in quanto società – averne tutti maggiore considerazione e cura. Alessia ne ha, e le abbiamo voluto rivolgere qualche domanda.

Ma prima, iscrivetevi sul suo canale You Tube Mr Fish il laboratorio di storie e attivate la campanella qui! https://www.youtube.com/channel/UCfCOrCwFict4J1hzlnpbU0A

Alessia Kahlo Carli & Mr Fish
  • Per cominciare Alessia, ci presenti Mr Fish? Come mai hai scelto proprio lui  per farti compagnia nel raccontare le storie? I pesci in genere appaiono spesso accanto a te e nelle tue opere.

Mr Fish viene dall’Irlanda. La mia patria del cuore. È un Pesce Atlantico che porto con me e spesso salta fuori dalla mia borsa ed è così per caso che è diventato il protagonista di tante lezioni di inglese e di Clil. I bambini lo conoscono e lo cercano! Ormai è un amico! Ecco perché l’ho usato come filo d’Arianna per condurre i bambini nelle storie. I pesci son creature intrapsichiche che sento molto vicino al mio vissuto e che affiorano spesso nella mia arte perché possono esprimere al meglio i miei Non detti. 

  • In mezzo alle tante belle iniziative di questa quarantena, ho amato particolarmente questo tuo progetto. Mi è sembrato molto bello che qualcuno pensasse veramente ai bambini. Si è parlato in queste settimane molto di anziani, molto di animali, e di tante categorie sociali e professionali. Giustamente. Ma mi è sembrato che ci fosse una mancanza di sensibilità e di rappresentazione di ciò che hanno vissuto e stanno vivendo oggettivamente ed emotivamente bambini e ragazzi, che prima di tutti gli altri e senza tante spiegazioni sono stati privati della scuola e delle loro relazioni con amici ed insegnanti. Della loro libertà personale. Del resto si sa: i più piccoli devono obbedire alle regole degli adulti, troppo spesso senza diritto di replica*. Credo che Rohald Dahl e Italo Calvino probabilmente avrebbero avuto qualcosa da ridire in proposito a loro difesa. Tu cosa ne pensi Alessia? Come madre e come insegnante? 

Io sono assidua lettrice di Astrid Lindgren (autrice tra gli altri libri di Pippi Calzelunghe, ndr.). Ho modelli di riferimento scanzonati e sbarazzini. Quindi sono in attesa della rivoluzione dei bambini

I bambini sono nelle mani dei loro genitori, soli a rispondere a tutti i loro bisogni, dalla scuola al gioco, dalla serenità al conforto, dallo svago all’ascolto, dalle spiegazioni alle interpretazioni. E solo se i genitori sanno reinventarsi giardini i figli trovano fiori, ma non sempre basta a nutrirli nonostante il loro grande spirito d’adattamento. 

L’infanzia, esaltata da Breton e dai surrealisti come uno dei momenti più fecondi della vita, descritta come ciò che più si avvicina alla “vita vera” sembra rimanere socialmente sulla soglia. In attesa… Allo stesso tempo però ho visto molti artisti e creativi far fiorire sui social molte cose belle, dalla condivisione di spettacoli teatrali, alla lettura ad alta voce di libri, da attività creative a gite virtuali in musei. E questo mi è sembrato umano e gentile. 

*Solo il 1 aprile è arrivata la circolare governativa che specificava che fosse consentito anche ai bambini (e non solo ai cani) di uscire nei pressi di casa per una piccola passeggiata con un adulto/genitore. 

  • Che età hanno i tuoi alunni e com’è stato per te e per loro allontanarvi da un giorno all’altro e per un tempo così lungo? 

Io insegno in una piccola scuola di montagna ai bambini dalla prima della quinta elementare, nella fascia 6-10 anni. È stato un trauma. Ci abbiamo messo tempo a  realizzare che non saremmo tornati a scuola a breve e molto è rimasto in sospeso letteralmente. 

  • Alla luce di tutto ciò che ci siamo dette, che tipo di spazio hai voluto creare con il tuo progetto?

Uno spazio magico. Dove i libri sono le porte che ci aprono a nuovi mondi e avventure, ci accompagnano dentro di noi e ci inondano di arte e bellezza; dovremmo esserne sempre sovraesposti, per questo li uso spesso a scuola con i miei alunni e a casa con le mie bambine. E con me stessa. Credo molto nell’osmosi per vicinanza tra esseri umani e libri! 

Il canale vuole essere semplicemente un bel posto. Un nido, Appunto. Con la sua dolcezza evocativa, il suo essere sempre una sorpresa, un luogo accogliente e coinvolgente. Uno strumento però che risponda anche all’invito della didattica a distanza in modo efficace e mi ripeto, semplice.

L’assunto di base è che ogni lingua si apprende attraverso l’ascolto. Facciamo allora  in modo che esso sia costante immaginifico semplice e meraviglioso. 

  • Che cosa pensi sia venuto più a mancare ai bambini in questo stato di emergenza e isolamento sociale e che cosa invece pensi ricorderanno maggiormente?

L’essere bambini tra i bambini

E la libertà. La natura, le mani nella terra. La bicicletta. 

Ricorderanno però le coccole e la presenza dei loro genitori. 

  • Tu che per indole sei uno spirito nomade e hai viaggiato moltissimo, che messaggio vorresti dare se potessi parlare ai bambini di tutto il mondo?

A dispetto di tutti gli intorno e i fuori, io direi loro di costruire dentro di sé uno spazio di libertà inviolabile. Di alimentarlo e curarlo. Di visitarlo spesso e di correrci dentro. Di viaggiare ad occhi chiusi per continuare a guardare con occhi magici alla vita. 

Siamo tutti insieme su questo bel pianeta, dove tutto è temporaneo, usiamo gentilezza e rispetto e diamo valore al presente perché la vita è qui e adesso e non va posticipata. 

La bellezza è negli occhi di chi guarda. 

Confinement. Quarantine. Social distance. SPRING.
Cyanotype and ink on paper. A4. 2020 – Alessia Kahlo Carli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.