education-educazione · libertà-freedom · ricorrenze-anniversaries

Ricordando James Baldwin…Remembering James Baldwin

” Forse la radice del nostro tormento, del tormento umano, è che sacrificheremmo tutta la bellezza delle nostre vite, ci imprigioneremmo dentro a dei totem, dentro a taboo, a delle croci, a sacrifici di sangue, torri, moschee, razze, eserciti, bandiere, nazioni pur di negare il fatto della morte, l’unico fatto che abbiamo. A me pare che uno dovrebbe rallegrarsi del fatto della morte – e che dovrebbe davvero decidere di guadagnarsi la sua propria morte confrontandosi con passione con quell’enigma misterioso che è la vita.”

– James BaldwinLa prossima volta, il fuoco: due lettere (The Fire Next Time) (1963)

“Perhaps the whole root of our trouble, the human trouble, is that we will sacrifice all the beauty of our lives, will imprison ourselves in totems, taboos, crosses, blood sacrifices, steeples, mosques, races, armies, flags, nations,

in order to deny the fact of death, the only fact we have. It seems to me that one ought to rejoice in the fact of death–ought to decide, indeed, to earn one’s death by confronting with passion the conundrum of life.”―

James Baldwin, The Fire Next Time (1963)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...