L’ORA QUIETA DELLE OMBRE

“Ti comprerò una spider rossa”. Mio padre è questa promessa. Gli tenni la mano fino all’ultimo sospiro. Il tumore se lo mangiò un centimetro alla volta, mentre gli spasmi lo torturavano come un animale ferito. Vibrava, corda tesa, su un materasso duro, in cui mia madre non poteva più stare. Toccava a me, e io […]

Continua a leggere