E CHI PUO’ DIRLO

“…l’essenziale è invisibile agli occhi

il cuore invece no non può ingannarti…

… Impercettibili sfumature

così difficili da dimenticare

così decise da trasformare

sorrisi in lacrime

Impercettibili sfumature

così decise da trasformare

cieli grigi in giornate di sole

il coraggio in mille paure…”

 

Meg  canta avvolgendomi nella mia cucina mentre preparo il pranzo ad un’amica. La sua voce esce dalla playlist che ho costruito in un paio d’anni di emozioni piuttosto intense.

Una playlist fatta di momenti e di stati d’animo che ho chiamato “Safran&Liquorice” perchè alla fine è proprio questo ciò che reputo irrinunciabile nella mia vita.

In fondo è proprio quello che sono: “morbido e delicato” come lo zafferano che ti abbraccia il palato e “forte e intenso” come la radice della liquirizia legata alla terra dove cresce.

 

“Rinascita? Work in progress!!”

 

“Who says I can’t get stoned?

Who says I can’t be free?

From all of the things that I used to be

Re-write my history

Who says I can’t be free?…”

 

“Hai ragione caro John! Chi può dire che non posso essere libero?” penso mentre trito una cipolla. Ma oramai so un sacco di trucchi per non lacrimare come una vigna.

“Sono rinato? Di sicuro ci sto lavorando un passo alla volta. Sono felice? Spesso! Mi prendo cura di me? Ci provo ma non sempre ci riesco perchè sono umano!”

Mi piace questo nuovo riuscire a percepirmi. Mi piace riuscire a osservarmi da fuori. Mi piace aver rimesso tutto in discussione e soprattutto in movimento.

 

“Viaggio da solo? A volte capita…”

 

“È stato un viaggio interstellare
Fino al centro della vita
Fino al male che fa male
La ricerca più ostinata
Di quel bene esistenziale
Che è cercare di piacersi
E di riuscire a fare in tempo
Io ci sono stato attento
Ho provato a starci attento…”

 

“Cazzo se è vero Niccolò!!” Gli ultimi due anni sono stati davvero un viaggio interstellare. Ho provato di tutto: abbandoni, amori, gioie, dolori. Ho vissuto di tutto.

Mi sono ritrovato a fare i conti con l’infelicità, col fatto di non piacermi più, di aver voglia di sputarmi in faccia passando davanti a uno specchio. E in tutto questo ero da solo.

Odiavo tutto, soprattutto le certezze che avevo costruito per far felice qualcun’altro. Ma poi si è accesa la lampadina e son salito su una bicicletta per vedere le cose a un’altra velocità.

 

“NORMALE?!”

Nutriti, mangia tutto, assimila tutto quello che ti mancava,
riempiti la testa di emozioni che avevi perso. 
Lascia tutto in disordine, ci sarà tempo per sistemare,
Cammina, corri, fermati, parla, ascolta, respira,
stai in apnea, grida, piangi e ridi così forte da sembrar matto.
Al momento giusto però ripassa tutto, riordinalo, e ringrazia.
Ringrazia per ogni singola emozione che hai provato.
Devi sorridere e ringraziare perchè sei fortunato.
E poi vai in giro leggero come non sei mai stato.
E non tenere la tua leggerezza solo per te. Condividila!
E fotografa tutto, cogli il momento giusto, ricorda il timing.
Regala un abbraccio, regala un sorriso, regala vita.
E solo allora La vedrai e ti toglierà il fiato,
Vestita di quel sorriso che tu le hai provocato.
Quel sorriso che, quando ti manca, puntualmente riappare…
Quel sorriso che è vero come il tuo. Quel sorriso che…
“Abbassa le luci al minimo
E tira la tenda alla finestra
Oh lascia che la luna venga a risplendere ancora 
Nelle nostre vite”

“Yaman Nico!! Yaman!!” Quando rileggo le cose che ho scritto in questi due anni posso vedere il mio cambiamento. Posso vedere chi sono adesso ma soprattutto chi sarò.

Posso vedere ogni singola piccola conquista ma anche ogni singolo fallimento. Ma tutto fa parte di un bagaglio di esperienza da non dimenticare mai.

Il mio “angolo morbido” fra un colpo di badile e una birra me lo dice spesso: “devi trovare quello che ti rende davvero felice”. L’essenziale appunto.

 

“ESSENZIALE…”

“echi e silenzi, pazienza e garbo…”

#safranandliquorice #stayinlove #staystrog #staytuned #yaman #nì

Spotify Playlist safran&liquorice

https://safranandliquorice.wordpress.com/

https://www.instagram.com/niko_freeride/

 

NDA: “Yaman” è un termine giamaicano che significa “tutto bene”…usare con cautela!!

 

 

risotto zafferano e liquirizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...